ItaliaonlineAlibaba.com hanno firmato un accordo di collaborazione per favorire l’esportazione del Made in Italy delle PMI. Una ghiotta opportunità che va affrontata con criterio e cognizione di causa. Pena la perdita dell’investimento. JBS Agency segue alcune aziende sulla piattaforma. Per questo prima di decidere se esserci dovete sapere che…

É notizia recente: Italiaonline, la più grande internet company italiana, e Alibaba.com, la piattaforma globale di riferimento per l’e-commerce B2B e parte del Gruppo Alibaba, hanno firmato un accordo di collaborazione per favorire l’esportazione del Made in Italy delle Piccole e Medie aziende del nostro Paese in modalità 100% digitale. La prima a darne notizia è Adnkronos sul proprio portale. “Italiaonline – si legge nell’articolo- connetterà le Pmi sue clienti al marketplace B2B di Alibaba, presente in più di 190 Paesi, con 18 milioni di buyers e contenuti tradotti in 16 lingue”. La notizia è sicuramente di buon auspicio per le PMI e offre una nuova apertura verso l’internazionalizzazione della vendita digitale dei prodotti delle aziende italiane. I

taliaonline, per la verità, non è l’unica realtà che promuove la presenza delle aziende italiane sul portale cinese. Ad esempio, Vargroup prima di ItaliaOnline, fornisce già da tempo tale soluzione per le nostre aziende.

Come Funziona Alibaba

Innanzitutto occorre precisare che a differenza di AliExpress, un altro famoso sito di vendite online al dettaglio, proprietà di Alibaba Group, la società che controlla il sito Alibaba.com, Alibaba propone perlopiù la vendita di prodotti all’ingrosso. Questo significa che spesso non è possibile acquistate prodotti singoli, ma solo grosse quantità di uno stesso articolo. Inoltre gli acquisti non si fanno con la semplice pressione di un pulsante, ma mettendosi in contatto diretto con i vari fornitori. Non è inoltre escluso che vengano richieste personalizzazioni dei prodotti e produzioni conto terzi  Private Label.

Cosa sapere prima di andare su ALIBABA

È opportuno che le aziende che scelgono si sbarcare su Alibaba.com abbiano una certa competenza digitale al fine di poter favorire la compravendita dei propri prodotti. Prima ancora di interlacciare rapporti di vendita il sistema pretende lo sviluppo di un sito dedicato appositamente per la piattaforma, con foto, immagini, video, testi e descrizioni della propria azienda e dei propri prodotti. Se si è già in possesso di un e-commerce questo non potrà essere “riversato” sulla piattaforma e un copia/incolla non sarà sufficiente per dare risalto ai propri prodotti che invece andranno valorizzati secondo le logiche dei buyer presenti sulla piattaforma e, se si aspira a una continuità di successo, l’ideale sarebbe rinfrescare i parametri di tanto in tanto e duplicarne la visibilità con contenuti specifici per raggiungere pubblici diversi intercettando il canale di ricerca. Un altro ostacolo che troverete sulla vostra strada digitale sarà riconoscere l’affidabilità dei buyer, fare un scrematura, scambiare biglietti da visita e iniziare un rapporto commerciale. Un altro strumento utile, ma che richiede continuità di attenzione e operatività, sono le cosiddette quotazioni: richieste da intercettare e a cui rispondere con un’offerta dedicata capace di sbaragliare la concorrenza.

Consigli pratici

In un contesto così complesso occorre quindi considerare alcuni aspetti operativi cui l’azienda che decide di approcciarsi ad Alibaba deve rispondere e quindi strutturarsi in funzione della nuova avventura digitale. Il rischio infatti è salpare con un’imbarcazione che si arenerà alla prima secca in un mare di squali. Pena quindi la perdita dell’investimento (in termini di tempo e denaro) e di un’opportunità di crescita per la vostra azienda.

Ecco dunque qualche domanda su cui riflettere.

1. Promuoversi e Differenziarsi
Avete tutti gli elementi per differenziarvi sulla piattaforma rispetto ai vostri competitor? I vostri contenuti sono originali? Vi rappresentano? Avete un archivio fotografico o video capaci di mettere in risalto le peculiarità dei vostri prodotti e della vostra azienda? Ricordate che chi sta dall’altra parte dello schermo e no. Ha mai fatto visita alla vostra azienda dal vivo probabilmente avrà piacere a vedere un video che mostri la vostra attività, la sede, le persone che vi lavorano: rappresenterebbe una sicurezza sulla vostra professionalità e capacità produttiva.

2. Traduzioni
Sapete a chi rivolgervi per tradurre i testi dei vostri prodotti e delle vostre descrizioni nonché poter rispondere alle richieste dei buyer nella lingua richiesta (tuttalpiù UK e cinese)?

3. Commerciale dedicato
Avete individuato una persona (o più persone) che possa gestire le vendite internazionali in maniera continuativa fornendo risposte rapide e immediate, e che possa intrattenere rapporti con nuovi o potenziali compratori? La persona selezionata ha dimestichezza con il digitale? Può relazionarsi con un ufficio grafico che possa fornire le immagini e i documenti digitali per procedere con la vendita?

Se vi trovate in difficoltà nel rispondere a queste domande o a metterle in pratica, vi consigliamo di rimediare. La nostra realtà offre servizi di supporto alle aziende che optano per l’internazionalizzazione e che desiderano sfruttare questa opportunità coscienti di avere tutti gli strumenti necessari per ottenere un buon riscontro. Producendo i vostri contenuti in maniera personalizzata e mirata per la piattaforma, noi di JBS Agency possiamo darvi il taglio migliore per veleggiare in rete con il giusto equipaggiamento.

Open chat
Salve possiamo aiutarla?