Grazie a Letizia Cuppari per averci dedicato un articolo sul Giornale di Lecco del 28 maggio 2018

TALENTI Matteo Pasquali è un giovane fotografo specializzato nella food photography

LECCO, 28 maggio 2018 – Tutti i fotografi riescono a cogliere l’anima di una persona, solo i più bravi quella di un panino. Matteo Pasquali ci riesce. Milanese di nascita, lecchese d’adozione, Matteo è prima di tutto un comunicatore: “Mi piace mettere in azione le persone, assecondare il loro desiderio intrinseco di farcela, costruire insieme un progetto e realizzare insieme i loro sogni”. Ha avuto la sua prima macchina fotografica a nove anni e mezzo e da allora non ha mai smesso di averne. Figlio di un pittore, Matteo inizia la sua gavetta alla tipografia del Corriere della Sera, mentre ancora andava a scuola. A 18 anni è store manager del negozio Ferrari di Milano. Dai 19 ai 24 Art Director della catena Hotel Boscolo. Ha creato i Gifts, gli antesignani delle moderne Smartbox e non ha certo intenzione di fermarsi ora, che di anni ne ha solo 32. È un fotografo di fama internazionale, dedito ad immortalare bellissime modelle, paesaggi e soprattutto cibo. Viaggia dalla Cina a Formentera, e da Formentera a Cuba per riempire di contenuti i giornali ed i progetti che i suoi clienti gli affidano fiduciosi. Per poi tornare sempre nel suo studio di fotografia a Lecco, in via Roma, che condivide con altri otto

ragazzi accumunati dalla passione per lo scatto e per i progetti ambiziosi. Il segreto del suo successo? “Come diceva l’ingegnere Carlo Riva, per poter lavorare bene bisogna sapere copiare bene. Copiare per poi reinterpretare”. E se gli chiedi cosa lo trattiene a Lecco, dopo aver visitato ben tre continenti, risponde prontamente: “Il suo animo gentile. Sotto questo velo d’acciaio è una città che ha ancora tanto da dare. E non è sufficientemente valorizzata, anche perché non è morbida nei confronti delle persone che cercano di investire sul territorio”. Per Matteo, infatti, ogni investimento di un progetto è soprattutto una sfida: “Una sfida che mi permette di creare, spaziare, esplorare realtà diverse e conoscere personaggi che stanno facendo la storia del nostro presente: imprenditori illuminati, artisti, chef”. E che di chef ne abbia incontrati tanti, si capisce dando un’occhiata ai contenuti del sito Jbs Agency, la sua agenzia di comunicazione e marketing per aziende, e privati. I suoi scatti di cibo, assicurano in molti, sono in grado di stimolare tutti e cinque i sensi, in linea con quella che lui definisce una vera e propria “foto experience”.